L’evento, presentato ieri (25 febbraio) al Comune di Capannori, si svolgerà nei primi tre fine settimana di marzo (5-6, 12-13,19-20 marzo) a Pieve e Sant’Andrea di Compito, con iniziative anche a Lucca. Quest’anno poi, sono state sviluppate preziose sinergie tra Comune di Capannori, Fondazione Giacomo Puccini, Camera di Commercio e Centro Culturale Compitese.

L’evento è stato illustrato nei suoi contorni dall’assessore alla cultura Silvia Amadei e dall’assessore al turismo e al marketing territoriale, Serena Frediani: con loro anche il consigliere della Fondazione Puccini e presidente dei Lucchesi nel mondo, Ilaria Del Bianco, Luigi Viani, Laura Celli di Itinera e, per il Centro Culturale Compitese, Andrea Mantellassi, Andrea Pergola e Andrea Lanfri.
Per altro questa edizione verrà arricchita dal prestigioso conferimento di giardino d’eccellenza al camelieto di Sant’Andrea di Compito, considerato secondo sito botanico italiano. L’onorificenza verrà consegnata sabato 12 marzo alle 15,30, alla presenza di ospiti nazionali ed internazionali, facenti parte della International Camellia Society.
“Quest’anno inauguriamo delle preziose sinergie – commenta Amadei – che andranno ad arricchire una manifestazione enormemente cresciuta nel tempo. La collaborazione con Comune di Lucca e Lucchesi nel mondo allarga i nostri confini; quella con la fondazione Giacomo Puccini fa compiere un ulteriore salto di qualità a questo evento culturale”.
Le ricadute dal punto di vista turistico si preannunciano considerevoli: “La camelia sta diventando sempre più oggetto di marketing territoriale, un tema di promozione forte del nostro territorio”.
Il tema principale di questa edizione sarà il Giappone e, da qui, viene naturale la sinergia con la Fondazione Puccini: “Adesso vogliamo che duri nel tempo – commentano Del Bianco e Viani – affinché questa ritrovata intesa diventi elemento trainante per tutto il territorio”. Un appunto che viene condiviso anche da Celli, che parla di “una rete del verde con Verdemura, Murabilia e la mostra della azalee”, accoppiando alcune di queste manifestazioni (e non tutte, per il fatto che si svolgono in periodi diversi dell’anno).
Viani ricorda come già molti tour operator siano interessati a questo percorso culturale e spiega i frutti della promozione reciproca tra la mostra e casa Puccini: “I visitatori della casa Puccini che poi si recheranno alla mostra riceveranno una camelia in omaggio – afferma – mentre viceversa sarà possibile ottenere uno sconto sul biglietto d’ingresso alla casa museo”. Una collaborazione, quella con la Fondazione Puccini, che si tradurrà anche in concerti che accompagneranno la manifestazione. “Vogliamo continuare a valorizzare la zona del compitezze – commentano i responsabili del Centro culturale – ampliando le nostre iniziative con una etichettatura scrupolosa del camelieto”. Nel frattempo, anche il sindaco Luca Menesini si recherà all’estero, precisamente a Dresda, per assistere ad una mostra locale delle camelie ed intessere ulteriori rapporti.