riconoscimento giardino eccellenzaUn titolo prestigioso che darà nuovo lustro al Camellietum Compitese, fiore all’occhiello del Borgo delle Camelie e di Capannori, già famoso in Italia e non solo per le sue mille cultivar – alcune delle quali ottocentesche e rare -, la suggestiva location tra cascate e boschetti e la pace che si respira al suo interno. Il riconoscimento di “Giardino di Eccellenza” è arrivato ufficialmente nel pomeriggio di sabato 12 marzo, con una cerimonia alla presenza delle principali autorità locali e regionali. A conferire il titolo, che ad oggi possono vantare solo altri 39 giardini nel mondo, di cui 14 in Europa e uno in Italia sul Lago Maggiore, il professor Gian Mario Motta, vice presidente Europa della International Camellia Society (ICS). Dopo l’esecuzione dell’inno d’Italia ad opera della Filarmonica G. Puccini di Colle di Compito, il presidente del Centro Culturale Compitese Augusto Orsi ha scoperto la targa che riporta il certificato di Giardino di Eccellenza. Il Camellietum si trova alle pendici del Monte Serra, è costituito da una superficie di 10mila metri quadrati, divisa in undici zone dedicate a celebri musicisti, altre riservate a delegazioni straniere, e nel corso degli ultimi tre anni ha registrato ben 20mila visitatori. E’ indubbiamente uno dei punti di forza della Mostra Antiche Camelie della Lucchesia ma richiama centinaia di visitatori anche durante l’anno, quando è visitabile previa prenotazione alla segreteria della mostra presso il Centro Culturale Compitese. Il conferimento appena acquisito valorizzerà ulteriormente il Camellietum, portando nuovo turismo e sviluppo a tutto il territorio. “Il camelieto fa parte di quella Toscana da scoprire che un turismo sempre più attento e alla ricerca di storia e tradizioni – ha dichiarato l’assessore regionale al turismo Stefano Ciuoffo – Questo giardino, realizzato con particolare cura e passione nel corso degli anni, rappresenta anche uno stimolo a visitare i due borghi di Pieve e S. Andrea di Compito, che sorgono in una zona di particolare interesse naturalistico”. Dopo la cerimonia al Camelieto, si è svolto nella chiesa di S. Andrea di Compito il concerto “Cartoline pucciniane: Madama Butterfly”, a cura della Fondazione Giacomo Puccini. Il pubblico ha potuto ascoltare una selezione di arie e duetti della celebre opera pucciniana che ha avuto come protagonisti la soprano Rena Kwak (Madama Butterfly), il tenore Hyun Uk Massimo Yu (Pinkerton), il baritono Ricardo Crampton (Sharpless), accompagnati dal pianoforte dal Maestro Massimo Morelli.