Sarà ancora più bello e accogliente il Borgo delle Camelie in occasione della prossima edizione della Mostra Antiche Camelie della Lucchesia che si svolgerà il 14-15, 21-22 e 28-29 marzo. A Sant’Andrea di Compito e Pieve di Compito, grazie ad una iniziativa congiunta del Centro Culturale Compitese e del Comune di Capannori, sono state messe a dimora circa 150 piante di camelia japonica. Le nuove piante di camelia sono state piantumate nei punti più strategici delle due frazioni in modo che possano essere facilmente ammirate dalle migliaia di visitatori che ogni anno affollano il borgo. Molte nuove piante sono state messe a dimora lungo la strada che porta al Camelieto, uno dei luoghi più frequentatati durante la manifestazione di marzo, che in alcuni tratti è stata anche bonificata e sistemata.
Intanto sono ancora visitabili fino al prossimo 8 marzo le due mostre, una di Ikebana e l’altra fotografica allestite nella sede dei Lucchesi nel Mondo, sulle Mura Urbane confermando così la collaborazione della Mostra Antiche Camelie della Lucchesia con Lucca. “L’energia nascosta – Himeta kiryoku” è un’esposizione di Ikebana, le bellissime composizioni floreali giapponesi che risalgono ad una antichissima arte e che sono piene di bellezza e di armonia, ma che al contempo contengono anche una grande energia. La mostra è a cura di Ryosho Morioka, maestra di Primo Livello della scuola di Ikebana Sogetsu e socio artista dell’associazione culturale giapponese Iroha che da anni collabora con la Mostra Antiche Camelie della Lucchesia, contribuendo a portare un po’ di Sol Levante sul territorio capannorese. Ad accompagnare le Ikebana, la mostra fotografica di Sauro Donati “Camelie, universo di colori”. Che cosa unisce i colori della Terra a quelli dell’Universo? I verdi decisi delle chiome cometarie, i rossi e i porpora delle nebulose di idrogeno, i marroni e i grigi delle oscure nubi galattiche e i blu intensi delle remote galassie, sono gli stessi che possiamo ammirare nei giardini floreali terrestri. Le Camelie sembrano esistere per ricordarcelo. Le mostre sono visitabili, gratuitamente, il sabato e la domenica dalle 10 alle 17 e nei giorni feriali dalle 9.30 alle 12.30 .