Hi-Ho Music Festival 2024, programma e biglietti

da | 24 Giu 2024 | Primo piano

Centro Culturale Compitese
Capannori (Lucca)

Prima edizione del Festival musicale organizzato dalla cooperativa di comunità “Centro Culturale Compitese” in collaborazione con Locusta e col patrocinio del Comune di Capannori. Tre serate, tre concerti. E prima di ogni evento, apericena con dj-set.



c/o Centro Culturale Compitese
Via Fonda 1, Pieve di Compito – Capannori (LU)
h. 21.00, ingresso libero
Dalle 18.30, apericena + dj set
PRE-ORDER BIGLIETTI (GRATUITI)

CANTI RANDAGI
Il gruppo nasce dall’incontro fra due ragazzi di Prato e un siciliano. Inizialmente la formazione era composta dai due pratesi (Emanuele e Matteo). Avevano sviluppato un repertorio di musica popolare che includeva canti tradizionali toscani e canti popolari greci. Al loro primo concerto incontrano Nicolò (il siciliano) e decidono di provare ad allergare il proprio repertorio, abbracciando la musica popolare del sud Italia e inserendo le percussioni fra gli strumenti. Nel giro di pochi mesi tirano su una ventina di brani, spaziando dalla musica toscana a quella greca, dalle pizziche alle tammurriate, fino alle tarantelle e alle serenate.
Si esibiscono in diversi concerti, dal “Giardino dell’Artecultura” alla “Next Emerson”, dalla notte bianca di Prato a Sgrana e Traballa al CPA. Si aggiunge al gruppo il maestro Peppino Loscocco, diplomato in violino al conservatorio, che aveva già partecipato a numerosi concerti del gruppo.

AFROQUIESTA ORCHESTRA
È un collettivo di dieci persone che suona insieme da quasi un decennio. La loro musica nasce in un paesino toscano, ma è di spirito universale: respira e gioca con molti generi differenti – tra cui spiccano jazz-funk, afrofunk e world music – contaminandoli con la propria personalità. Dal 2015 a oggi, AfroQuiesa ha visto la pubblicazione del suo primo disco e un’attività concertistica rilevante, partecipando alle principali manifestazioni del territorio.

Gli AfroQuiesa sono: Emanuele Volpi (chitarra), Alessandro Andreoni (basso), Tommaso Marraccini (batteria), Gabriele Guidi (percussioni), Andrea Battistoni (tromba), Alessandro Giannotti (trombone), Ilaria Sebastiani (flauto), Gabriel Petretti (sax).


c/o Centro Culturale Compitese
Via Fonda 1, Pieve di Compito – Capannori (LU)
h. 21.30, 8 euro
Dalle 18.30, apericena + dj set
PRE-ORDER BIGLIETTI (8€) fino a esaurimento posti

LAMANTE
Lamante è il progetto musicale di Giorgia Pietribiasi, classe ’99, nata e cresciuta nella città di Schio (VI). Pubblicail singolo “Come volevi essere” con Artist First. La produzione del brano è stata affidata a Taketo Gohara, il produttore sound designer e arrangiatore che, nella sua lunga carriera, ha collaborato con artisti come Mauro Pagani, Vinicio Capossela, Verdena, Stewart Copeland, Edda, Brunori Sas e Motta.
Lamante, nonostante la sua giovane età, ha vissuto una vita fuori dal comune, che l’ha portata a vivere presto da sola e a suonare, scrivere musica e documentare la sua vita, fin da giovanissima. Artista dalla potente forza espressiva e comunicativa, Giorgia suona svariati strumenti e si esprime, oltre che con la musica, anche con arti visive come la fotografia e la pittura. Dopo anni di demo, musica autoprodotta e concerti in giro per l’Italia, Lamante ha pensato che fosse arrivato il momento di aprire un suo canale sulle piattaforme digitali e ha pubblicato “L’Ultimo Piano”, il brano che l’ha portata tra i vincitori della 34a edizione di Musicultura Festival, nella quale ha conquistato il premio Nuovo Imaie.
Il suono de Lamante vacilla tra il folklore del nord e l’entroterra dell’Africa più nera, riuscendo a far combaciare i suoni dei due lontani emisferi. La sua voce è scura, secca e tagliente come le donne contadine della sua famiglia. Non è un caso che Giorgia, infatti, ami ripercorrere le sue origini e la memoria familiare con la sua voce.
Nei suoi testi e nella sua visione artistica c’è la volontà di rendere gli eventi della sua memoria (e a volte anche di una memoria più collettiva): miti eroici, fotografie di un’eredità umana, testi visuali e descrittivi di un’atmosfera, che in molti definirebbero “tribale matriarcale”.


c/o Centro Culturale Compitese
Via Fonda 1, Pieve di Compito – Capannori (LU)
h. 21.30, 10 euro
Dalle 18.30, apericena + dj set
PRE-ORDER BIGLIETTI (10€) fino a esaurimento posti

EMMA NOLDE
Emma Nolde nasce in Toscana nell’anno 2000. Il suo disco d’esordio si chiama “Toccaterra” ed è uscito nel settembre 2020. È stato acclamato dalla critica come un esordio veramente sorprendente e importante. Emma è senza ombra di dubbio una delle voci del futuro della musica italiana. “Toccaterra” è arrivato finalista al Premio Tenco nella sezione Opera Prima. Il 2020 ha visto Emma impegnata in un lunghissimo tour. A novembre 2021 è stato pubblicato un inedito insieme a Generic Animal, “Un mazzo di chiavi, un ombrello lì in mezzo”. 
Emma è presente con un brano nel disco di featuring degli Zen Circus che è uscito a maggio 2022 (“Il diavolo è un bambino”). Nell’estate del 2022 Emma è tornata in tour con uno nuovo spettacolo, con dei brani inediti e nuovi arrangiamenti. 
”Dormi”, il secondo disco di Emma, arriva a due anni di distanza ed è stato anticipato dai singoli “Respiro” e “La stessa parte della luna”, entrambi co-prodotti da Francesco Motta, che ha lavorato con Emma alla produzione di tutto il disco, pubblicato a settembre 2022.
Sono stati questi anni di intensa attività live e di studio, anni in cui l’artista ha potuto osservare, assorbire e prepararsi a quello che sarà il seguito di “Dormi”, che promette di attestare Emma come una delle voci cardine del nuovo panorama musicale italiano.

ALBERTO BIANCO
Alberto Bianco è un cantautore Torinese. Il suo primo disco – “Nostalgina”, 2011 – attrae appena uscito l’attenzione di colonne della musica italiana come Rolling Stone, MTV e Radio 2 (13 canzoni, 13 storie). La musica è protagonista assoluta: è musa indiscussa e tema centrale di un disco che racconta una generazione – quella dei quasi trentenni – e il sogno strambo, per l’Italia post anni zero, di vivere di musica. Il primo singolo estratto dall’album, “Mela”, mette tutti d’accordo. L’indie italiano ha una nuova voce, quella di Bianco, la stessa che in quel 2011 apre i concerti di Niccolò Fabi, Linea 77, Dente, Le luci della centrale elettrica, Noah And The Whale, White Lies e che Bianco porterà nei mesi a seguire nel suo primo e lunghissimo tour che si conclude agli MTV Days 2012, dove è suo il compito di aprire la due giorni di concerti nella sua città.
L’11 novembre 2012 esce “Storia del futuro”. Se “Nostalgina” è l’album della musica, “Storia del Futuro” è senz’altro il disco dell’Amore. Lo sguardo è sempre quello dell’ironica e delicata onestà di Bianco, quello che raccoglie attorno al cantautore la stima di nuovi compagni di viaggio: “Storia del Futuro” nasce con la partecipazione di ben sedici musicisti – tra cui Gionata Mirai (Il Teatro degli Orrori), Mr. T-Bone (Africa Unite, Bluebeaters) e Peter Truffa (Bluebeaters) – una serie di remix realizzati tra gli altri da Pierluigi Ferrantini (Velvet), Diego Perrone (Caparezza), Patrick Benifei (Casinò Royale) e Dj Aladyn (Radio Deejay) e il feat e la scrittura a 4 mani con Tommaso dei Perturbazione di “La solitudine perché c’è?”, primo singolo estratto presentato in diretta su Rai2 a “Quelli che il calcio”.
Siamo arrivati all’aprile del 2013: Bianco incontra Max Gazzè e calca i suoi palchi in apertura di alcune date del “Sotto Casa Tour”. Il tratto tra Torino e Roma diventa all’improvviso brevissimo: Bianco s’innamora della scuola cantautorale romana e si lascia riamare dalla città eterna. In breve tempo firma i testi de “La Razionalità” e di “Centro Corpi” per l’album “Storie dei Velvet” e dà vita ad un forte sodalizio artistico con Niccolò Fabi insieme al quale passerà un’intera estate in veste di supporter ufficiale del suo “Ecco Tour”.
Dopo l’esperienza romana Bianco fa ritorno nella sua Torino. In valigia tantissimi nuovi sguardi e nuove esperienze musicali, davanti un nuovo viaggio: Levante lo sceglie come produttore artistico del suo album d’esordio, il disco che diventerà il pluripremiato Manuale Distruzione per cui Bianco firma anche testo e musiche di “Nuvola”. Rispolverato il basso, con Daniele Celona e i Nadar Solo, dà vita alla superband che accompagnerà la cantautrice in un lunghissimo tour.
Il 20 ottobre 2014 Bianco anticipa l’uscita di “Guardare per Aria”, il suo terzo lavoro in studio, con “Corri Corri”, scritta e cantata con l’amica cantautrice Levante. Dopo aver parlato di Musica e d’Amore, Bianco scrive un delicatissimo e sognante disco – che è di fatto un breviario in musica sulla Felicità – conquistando definitivamente pubblico e critica.

Con “Filo d’erba”, secondo singolo estratto, parte anche un nuovo tour che toccherà oltre 80 città in Italia e farà tappa anche a Parigi, Bruxelles e Londra. A gennaio 2015 Bianco torna in studio con Levante per lavorare nuovamente come produttore artistico al secondo album della cantautrice siciliana, “Abbi Cura di Te”.
Niccolò Fabi chiede a Bianco e alla sua band di accompagnarli nei nuovi tour che seguiranno l’uscita di “Una somma di piccole cose” (2016) e il disco anniversario “Diventi Inventi 1997- 2017” fino ad arrivare al concerto evento del Palalottomatica di Roma, che vede come ospiti Daniele Silvestri, Max Gazzè e Fiorella Mannoia.
Nello stesso periodo Bianco collabora con gli Ex-Otago e cura la direzione artistica di rassegne torinesi. Nel marzo 2017 Alberto si chiude in un appartamento a Ortigia e tira fuori le fondamenta di “QU4TTRO”, suo quarto disco, il disco più rappresentativo del cantautore che entra nella top 50 della classifica FIMI/GFK degli album più venduti in Italia. All’uscita dell’album fa seguito un tour omonimo, che, partendo dal Locomotiv di Bologna, porta Bianco e la sua band a esibirsi sui palchi dei principali club italiani, passando dal Monk di Roma e dalla Salumeria della Musica di Milano, fino ad arrivare con la leg estiva al Siren Festival di Vasto.
Subito dopo, Bianco, insieme a Davide Pavanello, Marco Benz Gentile e Davide Compagnoni, entra a far parte della band che accompagna Margherita Vicario nella sua avventura come ospite musicale fisso della trasmissione Cyrano di Massimo Gramellini, in onda su Rai3.
In autunno ha infine inizio il “TUTTO D’UN FIATO TOUR”. Il primo aprile 2021 è uscito il quinto disco di Bianco, “Canzoni che durano solo un momento”. Il disco è stato accompagnato da un lungo tour.
Bianco aggiunge il nome e nuova linfa alla sua identità: oggi è Alberto Bianco e il suo nuovo disco è “Certo che sto bene”. Il cantautore torinese firma il suo sesto album in studio e torna due anni dopo l’ultimo lavoro, a 12 anni di distanza da quel “Nostalgina” che fin dal suo esordio lo ha consacrato tra le migliori penne della musica indipendente.
Prodotto da Taketo Gohara, partecipano al progetto Dente e Margherita Vicario, che canta “Il tempo del mare”, scritta a sei mani con Alberto Bianco. “Certo che sto bene” è forse il disco più autobiografico di Alberto Bianco e allo stesso tempo il più universale. È l’album dove lo riconosci e senti la differenza. È il disco di un uomo e di un artista adulto.


I biglietti della prima edizione dello “Hi-Ho Music Festival” saranno venduti solo in loco, la sera del concerto.
Per questioni logistiche, accogliamo il pre-ordine fino ad esaurimento posti.

La prima serata, quella di venerdì 12 luglio (CANTI RANDAGI & AFROQUIESTA ORCHESTRA) sarà a ingresso gratuito.
È comunque gradita la prenotazione.

Le altre due serate saranno a pagamento: LAMANTE (sabato 13 luglio, 8 euro) ed EMMA NOLDE & ALBERTO BIANCO (domenica 14 luglio, 10 euro).

Info. Per dubbi o chiarimenti scrivere a centroculturalecompitese@gmail.com o chiamare il 350 1830660.


Il Centro Culturale Compitese si trova in via Fonda 1, a Pieve di Compito (Capannori, LU).
Google Maps: https://maps.app.goo.gl/YMfRE6VH7z3hKaJUA

Percorso consigliato da Lucca – Percorrere la SS12 bis in direzione Pisa fino a Pontetetto.
Da Pontetetto imboccare, sulla sinistra, la via di Sottomonte in direzione Pontedera.
Percorrere la via di Sottomonte e proseguire sulla SS439 (via di Tiglio) ancora in direzione Pontedera.
Dopo aver superato il Frantoio sociale del Compitese (650 mt circa), svoltare a destra all’indicazione Sant’Andrea di Compito, Borgo delle Camelie. Proseguire per circa 2,5 Km fino ad arrivare in paese, all’inizio di Via Fonda.

Percorso consigliato da Capannori – Lasciare l’autostrada A11 (Firenze-Mare) all’uscita Capannori.
Mantenere la destra (imboccando via del Frizzone) e proseguire in Via del Rogio e Via Tazio Nuvolari per circa 3 Km.
Svoltare a sinistra sulla SS439 (via di Tiglio) ancora in direzione Pontedera. Dopo aver superato il Frantoio sociale del Compitese (650 mt circa), svoltare a destra all’indicazione Sant’Andrea di Compito, Borgo delle Camelie. Proseguire per circa 2,5 Km fino ad arrivare in paese, all’inizio di Via Fonda.


È possibile (e consigliato) posteggiare l’auto sulla carreggiata interna di via della Pieve, a partire dall’incrocio con via Fonda (vedi mappa). Google Maps: https://maps.app.goo.gl/AFyxVPByd1U9AReK7
Lungo via Fonda (strada a senso unico) è possibile parcheggiare sul lato destro della carreggiata, facendo attenzione a non ostruire il passaggio di veicoli. È inoltre possibile posteggiare al “Parcheggio della Torre” (via della Torre, incrocio con via di Sant’Andrea; posti limitati) e in via del Cantiere, in prossimità del Camelieto (luogo in cui si svolgeranno alcune delle attività in programma).


Centro Culturale Compitese
Via Fonda 1, Pieve di Compito
Capannori (LU)

Tel. +39 0583 977188
Cell. +39 350 1830660
E-mail centroculturalecompitese@gmail.com

Social
Facebook @cc.compitese
Instagram @cc.compitese

ULTIMI ARTICOLI

SAVE THE DATE

Festival del bosco – II ed.
15-16 giugno 2024
22-23 giugno 2024
Consulta programma e info

Mostra delle Camelie d’autunno 2024 – VIII  ed.
12-13 ottobre 2024
19-20 ottobre 2024
26-27 ottobre 2024

Mostra delle Antiche camelie della Lucchesia 2025 – XXXVI ed.
8-9 marzo 2025
15-16 marzo 2025
22-23 marzo 2025
29-30 marzo 2025